Impianti pubblicitari, Praga si ispira al piano regolatore di Roma


Il piano regolatore dell’impiantistica pubblicitaria di Roma sbarca a Praga. Nella capitale della Repubblica Ceca, infatti, si è svolto il convegno “Vizuvir 2011, che fare con lo smog visivo?”, cui è stata invitata Aequa Roma per illustrare la propria esperienza nella definizione del piano regolatore degli impianti pubblicitari, redatto per Roma Capitale. Organizzato in collaborazione con la locale Sovrintendenza dei beni culturali, il convegno aveva l'obiettivo di approfondire le modalità di utilizzo dello spazio pubblico praghese, specialmente in relazione all’affollamento visivo causato da impianti pubblicitari, sia nel centro città che nei dintorni. 

L’evento aveva lo scopo di individuare soluzioni per la situazione attuale della capitale ceca, in grado di mostrare alternative che possano contemperare le esigenze del mercato pubblicitario e la salvaguardia del patrimonio archeologico, architettonico e naturalistico della città, anche attraverso l’esame della legislazione in vigore e il confronto con esempi concreti seguiti in altre città europee.

Ad illustrare le caratteristiche del piano regolatore “romano” sono stati invitati, in qualità di relatori, il dirigente dell’unità organizzativa Affissioni e pubblicità di Roma Capitale, Francesco Paciello, e il direttore dell’area Fiscalità Generale di Aequa Roma, Gianluca Giattino. I quali, nei loro interventi, hanno spiegato come attraverso lo strumento di pianificazione l’amministrazione capitolina abbia provato a coniugare esigenze economiche e di tutela, su un territorio complesso come quello di Roma Capitale.

“Tutti hanno apprezzato il lavoro svolto a Roma – afferma Giattino -, e molteplici sono state le domande tendenti ad avere un chiarimento o un approfondimento sull’argomento della pianificazione in materia di impianti pubblicitari. Il lavoro sinergico tra Roma Capitale ed Aequa Roma, lavoro da cui è nato il primo piano regolatore dell’impiantistica pubblicitaria sul territorio romano, è stato quindi non solo apprezzato fuori dai confini nazionali, ma addirittura è stato oggetto di approfondimento e di raffronto, come un possibile strumento di soluzione delle problematiche riguardanti l’impiantistica pubblicitaria anche in altre realtà, come ad esempio a Praga”

Tra gli altri relatori presenti all'evento: Michael Zachar, direttore del National Heritage Institute;  Jan Aulík, membro della Architect academy e professore d’architettura presso la Czech technical University di Praga; Filip Blažek e Stepan Holic, fondatori della Union of the graphic design della città ceca.

Per quanto riguarda l'iter del piano di Roma Capitale, invece, l'amministrazione capitolina ha ricevuto le deduzioni da parte dei Municipi e degli enti interessati. Ora il testo dovrà ripassare in Giunta (dove è stato approvato il 2 febbraio 2011) e poi potrà approdare in Consiglio, che dovrà adottarlo. 


19.07.2011