INFORMAZIONI PER IL CONTRIBUENTE

Abolito l'acconto IMU

Il Decreto Legge n. 102 ha cancellato il pagamento della prima rata dell’imposta, ovvero la rata di giugno, per le stesse categorie di immobili per le quali il pagamento era già stato sospeso con il DL 54 del 21 maggio 2013 (Legge n. 85 del 18 luglio 2013).

In particolare, l’abolizione della prima rata riguarda:

- Abitazione principale e relative pertinenze (categorie catastali C/2, C/6, C7 nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali). Sono esclusi dalla sospensione i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1 (abitazioni signorili), A/8 (abitazioni in ville), A/9 (castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici);

- Unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze (categorie catastali C/2, C/6, C7 nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali) dei soci assegnatari;

- Alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (ATER) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP;

- Terreni agricoli;

- Abitazioni rurali e fabbricati rurali strumentali.



Riferimenti normativi:

- Decreto Legge n. 102 del 31 agosto 2013
- Decreto Legge n. 54 del 21 maggio 2013
- Legge n. 85 del 18 luglio 2013



11.09.2013