INFORMAZIONI PER IL CONTRIBUENTE

Saldo ICI entro il 16 dicembre: non cambiano valori catastali e aliquote

Scade il 16 dicembre il termine per il versamento del saldo ICI per il 2011. Con la seconda rata dell'imposta sugli immobili, che può essere pagata dal 1° dicembre, si deve integrare l’imposta dovuta secondo le aliquote del 2011, a saldo di quanto già versato con l’acconto di giugno. Valori catastali e aliquote restano quelli già fissati per il 2011, poiché il decreto legge cosiddetto “Salva-Italia” contiene novità che si applicheranno a partire dal 2012.

Per quest'anno, in base a quanto stabilito dall’Assemblea Capitolina, l’aliquota ordinaria resta al 7 per mille. Confermate anche le aliquote agevolate, al 4,6 per mille, per botteghe, negozi e laboratori a conduzione diretta e quella maggiorata al 10 per mille per le case tenute a disposizione da almeno due anni. Resta l’esenzione per le abitazioni principali di residenza e non “di lusso” (ville, castelli e palazzi di pregio non beneficiano dell’esenzione per la prima casa).

Per il versamento del saldo ICI si consiglia di utilizzare i sistemi di pagamento indicati nel portale di Roma Capitale (banche, anche on-line e sito dell’Agenzia delle Entrate gli sportelli bancomat - Atm o il modello unificato di versamento F24). Si ricorda inoltre che, in occasione della scadenza dell’acconto per il 2011, è stata distribuita da Aequa Roma la Guida all’ICI, redatta dal Dipartimento Risorse Economiche di Roma Capitale, che contiene anche i bollettini postali premarcati con i dati anagrafici del contribuente, per coloro che preferiscono utilizzare questo strumento di pagamento. Si raccomanda invece di non utilizzare bollettini generici, al fine di evitare possibili errori o incompletezze nella compilazione.

Per maggiori informazioni consultare il sito del Dipartimento per le Risorse Economiche di Roma Capitale.

Guida all’ICI
Dipartimento per le Risorse Economiche
Agenzia delle Entrate

06.12.2011