INFORMAZIONI PER IL CONTRIBUENTE

Sospeso l’acconto IMU per abitazioni principali e i terreni agricoli

E’ stato sospeso il pagamento della prima rata IMU 2013 per le abitazioni principali e i terreni agricoli, che sarebbe scaduto il 17 giugno. Lo ha disposto il DL 54/13, in attesa della revisione generale dell’imposizione fiscale sul patrimonio immobiliare, che il Governo intende adottare entro il prossimo mese di agosto.

Più in particolare, la sospensione della prima rata riguarda:

- Abitazione principale e relative pertinenze (categorie catastali C/2, C/6, C7 nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali).
Sono esclusi dalla sospensione i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1(abitazioni signorili), A/8 (abitazioni in ville), A/9 (castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici);

- Unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze (categorie catastali C/2, C/6, C7 nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali) dei soci assegnatari;

- Unità immobiliari oggetto di assegnazione in caso di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;

- Alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (ATER) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP;

- Unità immobiliari e relative pertinenze possedute da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero permanente, a condizione che l’abitazione non risulti locata;

- Terreni agricoli;

- Abitazioni rurali e fabbricati rurali strumentali.

Per fabbricati e terreni diversi da quelli elencati, la sospensione non si applica e la prima rata dell’IMU 2013 va versata normalmente.

Occorrerà versare, quindi, il 50% dell’imposta calcolata sulla base delle aliquote deliberate dall’Assemblea Capitolina in data 2 agosto 2012 con la Deliberazione n. 36.

Il versamento potrà essere eseguito con l’apposito bollettino postale oppure con il modello F 24, utilizzando i seguenti codici:

- Per le abitazioni principali (A/1, A/8, A/9) 3912 (Codice Roma Capitale);
- Per i terreni incolti 3913 (Codice Roma Capitale);
- Aree fabbricabili 3916 (Codice Roma Capitale);
- Altri fabbricati 3918 (Codice Roma Capitale);

Riferimenti normativi:
Decreto Legge n. 54/2013
Deliberazione n. 36 del 2 agosto 2012



24.05.2013