Canone iniziative pubblicitarie cip

Il CIP o Canone iniziative pubblicitarie cip viene applicato per tutte le iniziative che prevedono un mezzo pubblicitario in base al diritto sulle pubbliche affissioni ed è un tributo che, come il Tari o altro tributi come l’ici Roma è stato introdotto dai consigli comunali delle città italiane. In particolare, il Canone iniziative pubblicitarie cip è stato introdotti dal consiglio comunale romano con delibera n100 nel 2006 e in sostituzione della’Imposta comunale sulla pubblicità. Chi deve pagare il Canone iniziative pubblicitarie cip? Per Aequa Roma, società che coadiuva la capitale per la riscossione di tasse e tributi vario come ad esempio il Canone occupazione suolo pubblico cosap, chiunque effettui su impianti e immobili di proprietà comunali delle affissioni di qualunque genere pubblicitarie, promozionali, per le lezioni politiche e così via, è tenuto a pagare questo tributo. Il Canone iniziative pubblicitarie cip va pagato su tutte le affissioni su immobili di proprietà comunale ed è una tassa indispensabile per a corretta gestione degli spazi e a manutenzione degli stessi. Chiunque non sia riuscito a pagare il Canone iniziative pubblicitarie cip può richiedere gli appositi moduli presso il sito di Aequa Roma attraverso i nostri Agenti accertatori Roma. In caso di affissione abusiva, come spesso accade, occorre pagare con interessi di mora il Canone iniziative pubblicitarie cip presso gli sportelli bancari, con carta di credito o bancomat con i tradizionali bollettini postali. Vi indicheremo in sede o chiamando a numero verde tutti i metodi di pagamento del Canone iniziative pubblicitarie cip per agevolare ogni possibile operazione. Il Canone iniziative pubblicitarie cip va pagato sempre e comunque per l’esposizione e l’affissione di impianti appartenenti al comune di Roma e ai comuni italiani in generale per ogni mezzo pubblicitario ovvero impianto, manufatto o supporto di altra natura che veicoli un messaggio pubblicitario o promozionale, luminoso e non, fisso o mobile. Allo stesso modo il Canone iniziative pubblicitarie cip va pagato per i supporti a carattere permanente o temporaneo. Come si paga il Canone iniziative pubblicitarie cip? Si tiene in considerazione la superficie complessiva in base alla minima figura piana geometrica regolare. Il mezzo pubblicitario, ovvero il supporto mobile o fisso su cui verrà affisso l’annuncio è soggetto al pagamento del Canone iniziative pubblicitarie cip con esenzione per affissioni all’interno di locali, di stazioni ferroviarie e all’interno dei treni. Per visionare tutte le esenzioni al pagamento del Canone iniziative pubblicitarie cip è possibile consultare il nostro sito web sempre aggiornato anche con le ultime novità legislative e le delibere comunali.

Attività - CIP

Æqua Roma S.p.A. presta attività di supporto ai Municipi, in materia di accertamento delle posizioni tributarie e patrimoniali relative al CIP (Canone Iniziative Pubblicitarie), attraverso la verifica del contenuto e della correttezza e completezza degli adempimenti dichiarativi, dei versamenti e l’aggiornamento delle banche dati.

Æqua Roma è presente nei Municipi con un servizio di front-office dedicato ai cittadini presso gli sportelli degli Uffici Entrate presenti nei Municipi. Tale attività è estesa all’imposta di pubblicità – ICP- per le annualità pregresse.

Æqua Roma svolge un ruolo cruciale nella repressione dell’abusivismo in materia di Canone Iniziative Pubblicitarie attraverso i controlli sul territorio realizzati dagli agenti accertatori.