INFORMAZIONI PER IL CONTRIBUENTE

Saldo ICI entro il 16 dicembre: non cambiano valori catastali e aliquote

Scade il 16 dicembre il termine per il versamento del saldo ICI per il 2011. Con la seconda rata dell'imposta sugli immobili, che può essere pagata dal 1° dicembre, si deve integrare l’imposta dovuta secondo le aliquote del 2011, a saldo di quanto già versato con l’acconto di giugno. Valori catastali e aliquote restano quelli già fissati per il 2011, poiché il decreto legge cosiddetto “Salva-Italia” contiene novità che si applicheranno a partire dal 2012.

Per quest'anno, in base a quanto stabilito dall’Assemblea Capitolina, l’aliquota ordinaria resta al 7 per mille. Confermate anche le aliquote agevolate, al 4,6 per mille, per botteghe, negozi e laboratori a conduzione diretta e quella maggiorata al 10 per mille per le case tenute a disposizione da almeno due anni. Resta l’esenzione per le abitazioni principali di residenza e non “di lusso” (ville, castelli e palazzi di pregio non beneficiano dell’esenzione per la prima casa).

Per il versamento del saldo ICI si consiglia di utilizzare i sistemi di pagamento indicati nel portale di Roma Capitale (banche, anche on-line e sito dell’Agenzia delle Entrate gli sportelli bancomat - Atm o il modello unificato di versamento F24). Si ricorda inoltre che, in occasione della scadenza dell’acconto per il 2011, è stata distribuita da Aequa Roma la Guida all’ICI, redatta dal Dipartimento Risorse Economiche di Roma Capitale, che contiene anche i bollettini postali premarcati con i dati anagrafici del contribuente, per coloro che preferiscono utilizzare questo strumento di pagamento. Si raccomanda invece di non utilizzare bollettini generici, al fine di evitare possibili errori o incompletezze nella compilazione.

Per maggiori informazioni consultare il sito del Dipartimento per le Risorse Economiche di Roma Capitale.

Guida all’ICI
Dipartimento per le Risorse Economiche
Agenzia delle Entrate

06.12.2011


Stampa bollettino